Biografia
ABOUT

Alessandra Bisi - Nata a Milano il 19/6/1965. Vive a Cernusco sul Naviglio (MI). Atelier in Piazza A. Fusina a Milano. 

Formazione: Liceo Artistico Hajech di Brera Milano (1979-1983)- Accademia di Belle Arti Brera Milano, corso di pittura presso Giuseppe Devalle e successivamente presso l'Atelier di Domenico Manfredi (1983-1987)

Dal 1985 al 1987 Istituto Superiore di Design a Milano Viale Monza sezione Visual Design. Dopo gli studi l'artista compie numerosi viaggi prevalentemente in Africa del nord e centrale ma anche in centro e sud America e in Indonesia. Fra le numerose mostre e Rassegne sia in Italia che all' estero,si ricordano: 

1995 Rabat Marocco al Palazzo del Re Hassan II

1997 Milano personale presso il Cinema Anteo trattando con la pittura il tema del linguaggio cinematografico.

1998 Personale alla Galleria Meridiana di Piacenza.

2000 Galleria Pestalozzi a Milano

2002 Personale Studio 2 Venezia

2003 Personale alla Limonaia Villa Rusconi Castano Primo 

2005 Fondazione Manfredi Milano

2005 Personale presso la sede del Liceo Artistico Hajech             di Milano in cui da vita ad un laboratorio.

2007 Personale Biblioteca Farnese di Piacenza

2009 Personale Spazio Pestalozzi Milano 

2011 'De Rerum Natura' ciclo di opere esposte presso lo Spazio Fondazione Manfredi Milano.

2015  Personale Astratto/ Concreto Galleria Transvisionismo Castell' Arquato (PC)

 

Collettive e altro

1999 Yuvenal Center NY (USA)

2001 Galleria Bertrand Kaas Insbruck (Austria)

2002 Chiesa S. Zenone a Venezia

2002 Sicilia Itinerante 'Altofonte Conca d' Oro Arti e                 Mestieri'presso varie città siciliane

2003 Spazio dei Chiostri dell' Umanitaria a Milano con 

         l'Associazione " Arte da Mangiare" All' Ufficio del

         Turismo di Milano in Piazza Duomo

Dal 2012 /2013 

         Si ricorda Art Fair a NY

         Installazione a Palazzo Isimbardi a Milano

         Chiostri dell' Umanitaria a Milano

         Rassegna "Alchimia" presso il Palazzo Ducale di

         Sabbioneta 

2014 Galleria Plaumann Milano Via s. Marta

         Rassegna " Fragments" Galleria Amy D Milano

2014 Rassegna "Wonderword" Fabbrica del Vapore

2014 Rassegna itinerante "Wijzie" -visioni- Italia /Polonia

2014 Alwerni- Ostrowice-

         Cracovia Centro Cultura Internazionale

2014 Spazio Casa Museo Tadini

2015 Collettiva Gallerie Orler Punta Ala

2015 Spazio Libero Alzaia Naviglio Pavese - Arting 159

         Alessandra Bisi nel 2014 dona all'Istituto dei tumori di Via Venezian a Milano un' opera plurima composta da diversi pannelli che viene installata in permanenza all'interno del bunker di radioterapia. Questa opera aderisce e concretizza il progetto di rendere colorati e artistici gli spazi ospedalieri al fine di alleviare la sensazione di trovarsi in un luogo di sofferenza.

Alessandra Bisi ha esposto nelle importanti Fiere internazionali. Le sue opere sono state battute in varie Aste fra cui si ricorda nel 2005 quella di Parigi Hotel Drout.

La sua produzione di ricerca spazia attraverso varie tecniche e modalità di espressione.

I suoi dipinti astratti hanno trovato collocazione presso collezioni private. Fra i collezionisti si ricordano Lucio Dalla e Renato Zero. L' interesse di Alessandra Bisi per il Design e anche per la applicazione della sua arte nell' architettura di interni,ha trovato soddisfazione nella realizzazione su commissione di arte per vari ambienti come l'arte per la catena di ristoranti 'Rubio's' in California.

Vari collezionisti hanno richiesto la creazione di dipinti studiati ed eseguiti per i propri spazi.

Alessandra Bisi è spesso pubblicata sul Catalogo di Arte Moderna Mondadori e fa parte degli artisti del Museo della Permanente a Milano.

Nel 2016 l'artista espone in una personale alla Sala Consigliare di Cernusco sul Naviglio ( MI).

Espone negli spazi milanesi di Executive Service con una personale e si reca ancora a Cracovia per una collettiva di tre artisti presso la Galleria Florianska.

2017 Mostra personale al Palazzo Bargello di Gubbio - 

        Installazione presso la Chiesa di S. Maria dei                  Laici con l' opera "Nessun Potere". Opera composta          da un trittico pittorico e tre cortometraggi  scritti e              prodotti dall' artista.

2017 Human Right H20? Rassegna internazionale Unesco           a Rovereto.

2017 Collettiva Fondazione De Nittis (Barletta)

2017 Rassegna collaterale alla Biennale di Venezia presso           lo Spazio Kanz.

2017 Residenza artistica in Brasile a Rio de Janeiro e S.             Paolo. 

2017 Residenza artistica a Ho Chi Min City in                         Vietnam 

2017 Residenza artistica a Madrid

2018 Personale Brescia- Spazio Asilo dei Creativi

2019 Personale Fondazione Torre Colombera Gorla                   Maggiore( Varese).

2019 Human Rights - Clima-

2019 smArtbox - Collettiva World Basement Gallery

2019 Residenza artistica in Polonia per il progetto

         internazionale" Wilderness Killers"

2019 L' atelier di Alessandra Bisi diviene World Basement           Gallery di cui lei è direttore artistico dando vita a             varie mostre ed eventi.

2019 WBG- Flower essence & acid flowers- doppia

                  personale

2019- Ebony Personale di Alessandra Bisi       

 

  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Pinterest
  • Tumblr Social Icon
  • Instagram
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Instagram Social Icon

Nel 2017 ho percorso distanze per raggiungere metropoli in cui ho vissuto durante la produzione di Mondo sì. Il progetto era una verifica sul posto di come gli effetti della globalizzazione e della criticità climatica avevano agito sugli ambienti urbani e quindi anche sulla popolazione del mondo. La mia indagine e produzione di opere per Mondo sì, attraverso la costruzione e la raccolta di reperti, denunciavano l'appiattimento estetico ma anche per certi versi sociale, di come era il mondo nel 2017/2018. Proprio conseguente a questa mia visione e constatazione, ricercavo le differenze e anche i luoghi, ( fra quelli in cui vivevo), in cui ci fossero ancora le particolarità naturali che rendessero diversi i territori. Dal 2017 al 2018 ho visitato e sono vissuta in quattro metropoli distanti fra loro ( Rio de Janeiro, S.Paolo, Ho Chi Minh City. Madrid), Stavo preparando le mie prossime residenze in una metropoli del Giappone e in una negli Stati Uniti, dandomi un intervallo per gli sviluppi che al mio ritorno ho dato qui in Italia a Mondo sì. Infatti, durante le ricerche sul posto degli indizi sul colore e le strutture utili alla produzione delle opere, ho osservato la vita urbana, i vestiti, le consuetudini, gli oggetti. Vite di popolazioni dall'apparenza simili, con le particolarità diverse sempre meno evidenti ma presenti. I colori che ho scelto per gli assemblaggi di tessuti e pittura sulle mie opere, mi hanno così ispirato a progettare il mio brand Mondo sì anche come un modo di indossare la ricerca delle particolarità come risposta al devastante appiattimento estetico globale. La nostra umanità è particolare ed è parte di tutto. Non siamo separati dall'ecosistema. Il mio modo artistico è un piccolo impegno per esprimerlo e comunicarlo. Le t-shirt Mondo sì sono state dedicate agli animali in pericolo di estinzione, ma anche ai fiori che coltivati e manipolati discendono dai fiori selvatici. Mondo sì, ha dato origine a Mondo sì red list (animali in pericolo), e Mondo sì Acid flowers collection, Mondo sì blacklist, in memoria degli esseri già estinti. Riflettendo su tutto questo non ho smesso di pormi in modo di concentrarmi sulla mia visione artistica di questo tempo. Proprio in base all'opera Mondo sì, che si è quindi interrotta come tutto il nostro mondo con l'arrivo della pandemia, mi sentivo parte di una attualità che avrebbe avuto l'esigenza di tutelare e valorizzare la memoria. Un mondo che visto dai satelliti, ha ben poche aree in cui l'intervento umano non abbia modificato sia l'aspetto che la realtà della natura. La opportunità di vedere dall'alto, che proprio dal progresso e dalla tecnologia ci arriva, è quindi la visione possibile da un punto di vista più generale, complessivo. Il generale e complessivo che nei contenuti del pensiero umano e sociale può diventare il senso dell'inclusivo. Creare opere con l'immaginario punto di vista dall'alto è la espressione di questa intenzione contemporanea che ho scelto nelle mie creazioni. In "Mondo sì six revolution of memory, ho ricercato immagini di natura ma anche di antiche decorazioni. Esse a volte diventano texture e si sovrappongono alle visioni dall'alto che creo sia con la pittura che con vari altri interventi. La pandemia, in un modo diverso ma molto rapido, ha reso il mondo davvero tutto simile e le mie indagini in viaggio si sono interrotte. Non saranno più possibili ne motivate dalla originaria intenzione. Il mondo pandemico è ed è stato un deserto di persone chiuse e di inattese incertezze. Oltre l'elisir di guarigione il mitico vaccino,non sarà più interessante rilevare gli appiattimenti estetici e i guai ambientali. Essi sono tutti in luce. Mi interessa valorizzare e riempire l'espressione artistica di colore, bellezza, pensiero di positiva ricostruzione che sia un ponte di consapevole memoria e di amore per la nostra vita in sintonia con la natura.

Alessandra Bisi- Marzo 2021

© 2023 by EK. Proudly created with Wix.com

  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Clean
  • w-flickr